Site menu:

Archivi

Trova nel Blog

Categorie

Articoli recenti

 

settembre: 2014
L M M G V S D
« lug    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Links:

ALGODISTROFIA RIFLESSA POST-TRAUMATICA DELL’ARTO SUPERIORE TRATTATA CON NEURALTERAPIA SEC. HUNEKE

Introduzione. L.C., maschio di anni 47, ha avuto un incidente stradale nell’agosto 2011, in seguito al quale riportava fratture multiple esposte a radio,ulna e polso destri. Data la gravità della situazione, veniva sottoposto a diversi interventi chirurgici di tipo ortopedico, in seguito ai quali , dopo circa 1 mese, iniziava ad avvertire dolore nella sede delle fratture e degli interventi (polso e avambraccio dx), nonché limitazione funzionale del polso, che appariva rigido ed impossibilitato ad ogni movimento, ed edema diffuso nella stessa zona.
Diversi tentativi terapeutici erano stati effettuati senza alcun risultato: massaggi drenanti, ionoforesi ecc.
Nel novembre 2011, quando si presentava nel nostro Ambulatorio, presentava forti dolori continui a mano, polso e avambraccio dx (VAS 9), edema diffuso nella stessa zona, con cute tesa, lucida e a chiazza rossastre, presentando quindi un chiaro quadro di sindrome algodistrofica riflessa.
Presentava inoltre alcune cicatrici da interventi chirurgici, una di ca 10 cm di lunghezza sul lato ulnare dell’avambraccio, una seconda sul lato radiale del polso, di ca 6 cm di lunghezza, una terza sul lato esterno della parte prossimale dell’avambraccio. Tale cicatrici apparivano edematose, arrossate, e “dure” al tatto.
Terapia. Si iniziava ciclo di neuralterapia sec. Huneke, una metodica nata in Germania negli anni ’30 (1-4) che impiega a scopo terapeutico gli anestetici locali, utilizzando lidocaina all’1 %, mediante infiltrazioni con aghi 30G delle cicatrici e ponfi intorno ad esse, con ca 5 cc di soluzione anestetica in ogni seduta, e con frequenza bisettimanale.
Dopo 4 sedute il paziente incominciava a migliorare, co diminuzione progressiva del dolore, dell’edema e miglioramento della funzionalità articolare del polso. Dopo 10 sedute il paziente ha incominciato a guidare l’automobile, cosa fino a quel momento preclusa, e le sedute venivano progressivamente distanziate (prima 1 alla settimana, poi 1 ogni 10 giorni, infine 1 ogni 20 giorni), per un totale di 25 sedute in ca 6 mesi.
Risultati. Nel maggio 2012 il paziente presentava una cute di aspetto normale, edema quasi scomparso, funzionalità del polso quasi normale, e dolore scomparso, sia a riposo che muovendo l’arto. Le cicatrici, infine, apparivano nettamente migliorate all’aspetto, con scomparsa delle’edema, della dolenzia e del rossore. Risultavano inoltre molto più “morbide” al tatto, nonché scarsamente adese ai piani sottostanti, come invece erano in precedenza.
Al follow-up di ca 3 mesi dopo i risultati venivano confermati, con ulteriore lieve miglioramento.

Conclusioni. Questo caso conferma quanto sostenuto dalla letteratura neuralterapeutica (5), nonché dalla ancora più vasta letteratura sulla terapia con anestetici locali, cioè l’utilità degli anestetici locali nelle sindromi simpatiche riflesse, sindromi a eziopatogenesi complessa (6) che vengono variamente denominate (distrofia simpatica riflessa, algodistrofia riflessa, sindrome di S?deck, sindrome dolorosa regionale complessa (CRPS)). Viene anche confermata l’utilità del trattamento del dolore mediante infiltrazione delle cicatrici (1,3).

A cura di:
Bollettin R, Barbagli P
Ambulatorio di Medicina Antalgica – 0464/553834 – Riva del Garda
A.I.R.A.S. – Padova

Bibliografia
1. Barbagli P, Ceccherelli F. Possible ethiopatogenic role of scars in chronic non malignant pain. Cases and case records. Minerva Medica 2005; 96 (suppl. 2 al n. 3): 15-24
2. Barbagli P, Bollettin R. Terapia del dolore articolare e periarticolare del ginocchio con anestetici locali (neuralterapia sec. Huneke). Risultati a breve e a lunga distanza. Minerva Anestesiol 1998; 64 (1-2): 35-43
3. Barbagli P, Bollettin R. Nostre esperienze nel trattamento del dolore cronico benigno mediante infiltrazione di cicatrici con anestetico locale. La Clinica Terapeutica 2009; 160 (6): 445-9
4. Barop H. Manuale e Atlante di Terapia Neurale secondo Huneke. Edi-ermes, Milano 2003
5. Dosch P. Lehrbuch der Neuraltherapie nach Huneke (Therapie mit Lokalanästhetika). Haug Verlag, Heidelberg 1981, pag. 255
6. Agarwal-Kozlowski K, Schumacher T, Goerig M, Beck H. From Morbus Sudeck to complex regional pain syndrome. Schmerz 2011; 25 (2): 140-4, 146-7

Prima della terapia, 11/2012

 

Dopo la terapia, 09/2012

A cura di Paolo Barbagli

Write a comment